I canti

I canti sono una delle espressioni più antiche ed insieme più vive della Tradizione; per loro tramite si esprimevano ogni tipo di sentimenti: dall’amore al dolore per il tradimento dell’amata, dalla gioia al lutto, dalla fatica del lavoro alla nostalgia per il proprio paese; furono anche strumenti di protesta e lotta politica.

  • Canti d’amore: che parlano d’amore e di rapporti sentimentali.
  • Canti del maggio: le canzoni musicate e cantate durante il Calendimaggio (la notte tra il 30 aprile ed il primo Maggio) dai maggerini, sotto le case e per le vie del paese. Sono canti caratterizzati da un’andatura allegra e gioiosa che esprimono il benvenuto alla bella stagione, dopo il lungo inverno. Sono accompagnati da musica: stornelli, sonetti e tresche suonati con chitarre, violini, strumenti ad ancia, piccole percussioni e strumenti ritmici, che comunque non coprano la voce, ora in coro, ora in solo, che canta il maggio.
  • Canti di lavoro: canti di mietitura, lizze che accompagnavano ritmicamente i lavori pesanti e insieme documentavano le difficili condizioni dei lavoratori.
  • Canti di protesta e di lotta: che hanno accompagnato le rivendicazioni contadini e operaie.
  • Canti rituali: di chiesa, di veglia,  etc.
  • Ninna-nanne: così si addormentavano i nostri nonni quando erano bambini.
  • Cantastorie e musica di strada
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notizia dei nuovi articoli.

    Segui assieme ad altri 32 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: