Il restauro strutturale del Palazzo

1 Pilastri

La sommità di uno dei pilastri che reggono il tetto come si presentava dopo il sisma.

Il sisma del 20 maggio 2012 ha prodotto seri danni strutturali al Palazzo Sessa-Aldrovandi, sede del museo: buona parte dei pilastri che reggono il tetto sono stati lesionati, le murature perimetrali sono percorse da profonde fessurazioni e il campanile a vela, che sovrasta la facciata verso il paese, è disassato e prossimo al crollo. Di quest’ultimo parleremo in un prossimo articolo. Vogliamo prima presentare i lavori di restauro delle strutture portanti che sono in fase di completamento.

2 fessurazioni

Un altro pilastro lesionato: si noti la frattura che si irradia dall’appoggio del trave

Il piano sottotetto presenta una struttura a travi e pilastri a sostegno del colmo e dei cantonali, con una muratura continua perimetrale realizzata con cortine posate di testa, slegate tra loro, ossia prive di elementi trasversali di ammorsamento (diatoni). Per stabilire il quadro fessurativo dell’insieme e ripristinare la continuità strutturale, si dapprima rimosso l’intonaco lesionato sino al vivo della struttura, previa una campagna di indagini stratigrafiche per scongiurare la presenza di superfici affrescate, e si sono poi poste in opera reti in fibra di vetro con malte idonee ad alta resistenza meccanica. La finitura superficiale è stata realizzata con una stesura di intonaco a grassello di calce.

3 reti

Una parete del sottotetto legata con rete di vetro. Si noti il bordo della rete lasciato libero da malte per la ripresa della seconda fila di fogli che legheranno i pilastri.

Per sopperire alla mancanza di elementi trasversali di ammorsamento tra pareti perimetrali e cortine trasversali si è ricorsi all’installazione di catene con piastre interne ed esterne.

4 piastre

La piastra terminale di una doppia catena che lega la cortina trasversale alla facciata. Vista dall’interno.

5 piastra esterna posa

Posa della piastra esterna sotto una lesena.

6 piastra esterna posata

La piastra in opera, prima del ripristino della lesena.

Le piattabande delle aperture del sottotetto hanno ceduto, essenzailmente a causa della scarsa resistenza meccanica delle malte di allettamento.

Piattabanda finestre sottotetto

Cedimento delle piattabande delle aperture del sottotetto.

Sono state consolidate tramite l’iniezione di malte idonee e la posa in intradosso di reti in fibra di vetro.

L’oscillazione prodotta dal sisma ha fatto sì che le travi del solaio del sottotetto ‘punzonassero’ le facciate, aprendo lunghe fessurazioni orizzontali nelle stesse sotto la fascia marcapiano.

7 crepe facciata

Le lunghe fessurazioni orizzontali prodotte dal ‘punzonamento’ delle travi del solaio del sottotetto.

Per ricostruire la continuità della facciata si è ricorso a una fasciatura completa dell’edificio all’altezza del solaio del sottottetto con rete in fibra di vetro, così da realizzare un anello di contenimento della spinta delle travi. Queste sono poi state legate tra loro CITA in modo da realizzare un solaio rigido.

Fascia esterna facciata

La parte dell’anello di contenimento sopra la fascia marcapiano. E’ realizzato in rete di fibra di vetro.

La muratura sovrastante la quota dei pilastri dell’originaria barchessa CITA è risultata costituita da due pannelli tra loro slegati. Per renderli solidali e aumentare la resistenza della struttura, i due pannelli sono stati legati tra loro con ‘fiocchi’ in fibra di vetro che si aprono a fiore sulle loro faccie esterne.

8 Fiocchi perferazione

La parte dell’anello di contenimento sotto la fascia marcapiano. Quando le malte hanno legato si procede alla creazione dei fori di alloggiamento dei ‘fiocchi’ in fibra di vetro per legare tra loro i due pannelli separati che costituiscono la parete perimetrale.

9 fiocco inserimento

Inserimento di un ‘fiocco’.

10 fiocco fissaggio

Fissaggio dei ‘fiocchi’. Saranno poi annegati in uno strato di malta.

11 fascia finita

L’anello di contenimento finito.

12 Facciata corte

La facciata verso corte completata. Manca solo la tinteggiatura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notizia dei nuovi articoli.

    Segui assieme ad altri 36 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: